Il 5 giugno negli spazi del MiCo di milano, si è tenuto il 3° forum del Legno Arredo organizzato da FederlegnoArredo, che ha offerto risposte e nuove prospettive agli imprenditori che hanno tenuto vivo il desiderio del voler “fare”.
al forum hanno partecipato oltre 700 persone tra aziende e professionisti del settore, che si sono confrontati nei 14 tavoli tematici suddivisi in diverse sale in contemporanea, dando la possibilità di seguire i temi più significativi e rispondenti al bisogno di ogni singola azienda.

 

la mattina è iniziata con l’incontro con daniel libeskind, uno dei massimi esponenti dell’architettura internazionale che ha mostrato decine di progetti realizzati in tutto il mondo al centro dei quali c’è la passione per l’uomo e il suo habitat, affermando alla fine che lavorare con le aziende italiane del design è fondamentale se si vuole presentarsi ai massimi livelli di mercato.
a seguire è intervenuto wu chen, uno dei principali punti di riferimento in un paese, la cina, che vuole diventare la principale economia mondiale nei prossimi anni presentando alla platea con quale velocità le nuove capitali cinesi si stanno costruendo. qui FederlegnoArredo ha anticipato che il prossimo 11 giugno al palazzo del popolo di pechino verranno firmati i primi accordi tra la filiera italiana e quella cinese. l’associazione fonderà il club del made in Italy per aiutare le aziende italiane del settore nelle proprie strategie d’ingresso nel pianeta cina.
tra i 12 incontri che si sono svolti nel pomeriggio, abbiamo riservato particolare attenzione al meeting “jobs act legno arredo” progetto pilota per accesso facilitato a incentivi, agevolazioni e servizi per l’inserimento in azienda di giovani, i cui relalatori erano:
teresa gargiulo, direttore centro studi e politiche industriali di FederlegnoArredo,
paolo reboani, ad di italialavoro spa ente del ministero del lavoro,
angelo candiani, presidente ASLAM.
all’incontro abbiamo partecipato attivamente, il dr. mario de rosa ha aperto la discussione con la lettura di una sua riflessione sulla speranza di un cambiamento realmente possibile che necessita di essere condivisa da giovani, che portano freschezza ed entusiasmo, e da senior che portano esperienza e competenza.
sulla base delle discussioni emerse saranno definiti gli interventi settoriali del progetto pilota “i wood design my people” che federlegnoarredo sta sviluppando con il ministero del lavoro/italialavoro spa.
il forum si è concluso con un’ assemblea generale di tutta FederlegnoArredo in cui sono stati illustrati i numeri del trienni di presidenza di roberto snaidero.
 

iscriviti alla