verso il marchio di origine dei prodotti?

giovedì 12 settembre 2013 presso la sede di federlegnoarredo in foro buonaparte 65 a milano ha avuto luogo un importante incontro con alcuni parlamentari europei sul tema del marchio di origine.

la speranza è di arrivare in tempi brevi all’obbligo di

 

segnalazione del luogo di origine di un prodotto.
l'incontro si inserisce nel quadro della proposta di regolamento sulla sicurezza dei prodotti attualmente in discussione proprio al parlamento europeo.

«la collaborazione con federlegnoarredo è fondamentale per portare avanti con successo la proposta di regolamento europeo sulla sicurezza dei prodotti. il nostro obiettivo è l’armonizzazione dei regolamenti affinché si arrivi all’obbligo di segnalazione del luogo di origine di un prodotto».

queste le parole di lara comi, membro della commissione Imco (mercato interno e protezione consumatori) e membro sostituto della commissione Itre, industria, ricerca, energia al parlamento europeo.

patrizia toia, vicepresidente della commissione per l’industria, la ricerca e l’energia al parlamento europeo ha sottolineato la volontà che queste indicazioni vengano emanate al più presto ma ha sottolineato come sia poi il parlamento italiano a dover attuare tali indicazioni (che spesso ha tardato nell'attivare le procedure di ricezione).

un numero crescente di importanti decisioni che impattano direttamente sulla vita delle nostre aziende vengono prese a bruxelles e la normativa di emanazione comunitaria rappresenta ormai oltre l'ottanta per cento del nostro quadro legislativo è importante per questo il ruolo dell'associazione nelle attività decisionali.

roberto snaidero, presidente di federlegnoarredo, ha ricordato oltre l'impegno della federazione in ambito europeo contro la contraffazione anche la portata del fenomeno che raggiunge un giro di affari superiore ai 200 miliardi di euro annui.

 

+ leggi l'articolo

+ sito assoluce

iscriviti alla